La paura | CONSAPEVOLI NELLA PAROLA

Ultime News

venerdì 6 agosto 2010

La paura

1. La paura ha il potere di tormentare

L'apostolo Giovanni dichiara in 1Giov. 4:18: "Nell'amore non c'è paura; anzi, l'amore perfetto caccia via la paura, perché chi ha paura teme un castigo."
Sì, la paura ha la potenza di tormentare: porta angoscia nel cuore e nella mente; tortura la mente con le sue ansietà e la sua confusione; rode la confidenza, il senso della felicità, della pace e della serenità.
L'uomo, creato da Dio con lo scopo di avere il dominio, viene invece tormentato da un tiranno interiore: il tiranno della paura, un'emozione umana incontrollata e mal diretta.
 

2. La paura ha una potenza attraente

Fu Giobbe che, dopo aver perduto la sua salute, la felicità, i suoi cari e la prosperità, si sedette sulla cenere in mezzo alla calamità e confessò: " Non appena temo un male, esso mi colpisce; e quel che mi spaventa, mi piomba addosso " (Giobbe 3:25).
Nel profondo della sua distretta svelò i segreti intimi del suo cuore e portò alla luce la paura che era già stata con lui in mezzo alla sua abbondanza e benedizione. Prima che questa calamità gli piombasse addosso, egli la temette... e lo colpì !
La paura si materializza; la paura attrae. "Secondo la tua paura ti sarà fatto" e, ugualmente, " ti sarà fatto secondo la tua fede".
La paura è fede invertita. Come la fede attrae e attua, così fa la paura. 

   
3. La paura si sviluppa in potenza e in virtù



 Ogni qualvolta la paura s'impadronisce di noi, essa ci sospinge nell'instabilità mentale e nella malattia. Probabilmente incomincia con un pizzico di paura che attraversa la nostra mente, poi torna e ritorna. Ogni volta si presenta con maggiore forza e con tormenti più grandi. Infine ci rende completamente schiavi di sé. Se dunque noi conosciamo la Parola di Dio e la potenza del nome di Gesù ed impariamo i segreti della fede positiva, noi possiamo senz'altro resistere ad ogni paura, vincerla e cacciarla via da noi nel Nome di Gesù. 
 Se noi accendiamo la luce della Verità, le tenebre della paura vengono fugate
Non avendo però la luce della fede e della verità si può diventare vittime della potenza tenebrosa della paura, che è fede mal diretta. Se la nostra fede è fissata saldamente sulla Parola di Dio, non potremo mai essere sviati, né cadremo in quella forma di paura. La fede cresce, si sviluppa e si fortifica mediante l'esercizio e la pratica. La stessa cosa per la paura che si rinforza sempre più, quanto più noi la pratichiamo nella nostra vita. Se non facciamo qualcosa contro le nostre paure, queste non diminuiranno, né scompariranno automaticamente, anzi aumenteranno la loro influenza sulla nostra mente e distruggeranno la nostra vita spirituale. Inoltre saremo privi di salute e prosperità.


 Quando la paura diventa travolgente, dobbiamo ricordare a noi stessi quanto sia grande il nostro Dio; dobbiamo richiamare alla mente tutte le Sue grandi liberazioni per coloro che hanno sperato in Lui e reclamare la stessa maestosa potenza per la nostra attuale prova. La paura non può avere una stretta mortale su nessun servitore che ha la visione della grandezza e maestà di Dio.

Neemia lo comprese bene. Passeggiò avanti ed indietro mentre Gerusalemme era circondata da una feroce coalizione di nazioni pronte all’attacco. Un affaticato, sparuto gruppo lavorava indefessamente per restaurare le mura di Gerusalemme contro tali avversari; questi esausti lavoratori dovevano faticare con un martello in una mano e una spada nell’altra. Mentre le ore passavano, la paura cominciò a farsi strada.
Come potevano essere capaci di resistere, soccombendo alla paura? Neemia ricordò di quanto fosse grande e potente il loro Dio: “Dopo aver bene esaminato ogni cosa, mi alzai e dissi ai notabili, ai magistrati e al resto del popolo: «Non li temete! Ricordatevi del Signore, grande e tremendo. Combattete per i vostri fratelli, per i vostri figli e figlie, per le vostre mogli e le vostre case!»” (Neemia 4:14).
 
Questo è esattamente il modo in cui Mosè trattò la paura in Israele. Egli istruì il popolo: “Forse dirai in cuor tuo: «Queste nazioni sono più numerose di me; come potrò scacciarle?» Non le temere! Ricòrdati di quello che il SIGNORE, il tuo Dio, fece al faraone e a tutti gli Egiziani; … Non ti sgomentare per causa loro, perché il SIGNORE, il tuo Dio, Dio grande e terribile, è in mezzo a te.” (Deuteronomio 7:17-18,21).
Mosè stava dicendo: “State per affrontare molti grandi nemici, che sono più potenti di voi. Vi domandate come potreste mai ottenere vittoria contro di essi. Ma dovete ricordare la maestosa potenza del vostro Dio, ricordate a voi stessi di quello che Egli fece ai vostri nemici nel passato e come è stato fedele nel liberarvi”. “Egli è l'oggetto delle tue lodi, è il tuo Dio, che ha fatto per te queste cose grandi e tremende che gli occhi tuoi hanno viste.” (Deuteronomio 10:21).

DIO TI LIBERA


Passiamo al lato positivo e costruttivo del nostro messaggio, osservando come Dio opera liberandoci dalle nostre paure.

1. Confessa le tue paure

La paura appartiene alle tenebre e in esse si sviluppa e cresce. La paura fugge davanti alla luce, pertanto, porta fuori le tue paure alla luce della verità. Apriti e parlane con un fratello veramente spirituale e soprattutto confessale a Dio. Definiscile, ruba loro la segretezza che è la loro grande potenza Molte tue paure fuggiranno nel momento in cui farai questo. Esse fuggiranno via come gli insetti scappano quando tu capovolgi la vecchia pietra sotto la quale essi erano nascosti. Il primo passo verso la liberazione è quello di confessare la tua paura.

2. Affronta le tue paure con la Parola di Dio
 

La mente non familiarizzata con la Parola di Dio è un terreno adatto a coltivare la paura. La paura si nutre dell'ignoranza, delle tenebre, del dubbio e della confusione; invece la fede si nutre delle promesse buone, positive, sane e potenti della Parola di Dio, la Bibbia. Le promesse di Dio sono un veleno mortale per la paura. La paura affrontata con la Parola di verità volta le spalle e fugge. Le promesse di Dio sono un nutrimento per la fede. Quando tu hai definito la tua paura, l'hai additata e confessata a Dio, quando l'hai tirata fuori dalle tenebre, il passo successivo è quello di fronteggiarla con la verità della Parola di Dio. Trova un versetto che si adatta al tuo bisogno.

Hai paura della tentazione? La Bibbia dice:".. Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze; ma con la tentazione vi darà anche la via d'uscirne, affinché la possiate sopportare" (I Corinzi 10:13).

Hai paura della malattia? Affronta tale apprensione con le numerose promesse di guarigione, di protezione e di vita in abbondanza (cfr. Giovanni 10: 10).

Hai paura della morte? Considera ciò che Dio dice in Ebrei 2:14,15 e in I Corinzi 15.

Hai paura della povertà? Filippesi 4:19 assesterà il colpo mortale a questa paura: "Il mio Dio provvederà a ogni vostro bisogno, secondo la sua gloriosa ricchezza, in Cristo Gesù."
E così continua a rispondere con la Parola di Dio alle tue paure.. Sfidale con la verità. Esponile alla luce.

Non è 'sufficiente parlare di esse: annientale! Sfidale con la verità della Parola di Dio !


3 . Esercita il credere positivo

Sfidare le tue paure con la Parola di Dio è solo l'inizio del tuo impegno. Dopo devi sviluppare l'abitudine di credere alla Parola di Dio. Devi praticare la fede giusta, cioè la fede conforme alla Bibbia. Avendo affrontato il tuo credere sbagliato (paura), devi esercitare le tue forze, devi verificare il credere positivo, cioè la tua fede in Dio e nella Sua Parola. Una volta accesa la luce della verità devi imparare a vivere e a camminare nella luce, giorno per giorno. Riempi il tuo cuore e la tua mente con le parole gloriose, viventi e liberatrici di Dio. 

Esse hanno vita e potenza in sé, hanno carattere e personalità. Satura la tua mente e il tuo spirito con quelle parole! Troverai Dio, nella Sua Parola, Egli vuole incontrarti nella Sua Parola. Ogni qualvolta tu eserciti la tua fede nella Parola di Dio, sperimenti la Sua presenza nella tua vita. Colma la tua mente con le verità bibliche. Gesù, nelle tentazioni del deserto, rispose al diavolo con la Parola di Dio: " Sta scrìtto…". In Efesini 6:17 ci è detto: "Prendete… la spada dello Spirito, che è la Parola di Dio ". Tutta la potenza sottile e satanica della paura lascerà la tua vita quando tu ti eserciterai a brandire " la spada dello Spirito ".  

Sii ripieno dello Spirito di Dio 

 Sì, abbiamo bisogno di essere ripieni dello Spirito Santo. Lo Spirito di Dio fa un'opera nella nostra vita, quando siamo nati di nuovo, ma abbiamo bisogno ugualmente di ricevere la pienezza. Dobbiamo essere pieni e serbare la pienezza dello Spirito Santo. Questa è una grande sicurezza e garanzia contro la paura.
Il  versetto - 2 Timoteo 1:7 dice: " Dio, non ci ha dato infatti uno spirito di timidezza, ma uno spirito di fortezza, d'amore e di sobrietà ".
Esaminiamo queste tre caratteristiche dello Spirito di Dio. Invertiremo l'ordine delle parole sopra citate.

1) Uno spirito di sobrietà (correzione, autocontrollo)
La paura ruba la nostra riflessione. Non stiamo calmi quando abbiamo paura e quando questa ci tormenta. Spesso siamo spinti dalla paura a fare delle cose irragionevoli e a pronunciare cose assurde. Ma lo Spirito Santo ci porta la sobrietà, una sana stabilità mentale. Lo Spirito Santo ci guida verso la Parola di Dio, ci corregge, ci illumina e porta pace e armonia nella nostra vita.

2) Uno spirito d'amore
 
La paura distrugge l'amore, ma come possiamo leggere in 1 Giovanni 4:18 "l'amore perfetto caccia via la paura ! ". Quando amiamo Dio, amiamo pure il Suo popolo, la Sua creazione e i nostri stessi nemici, e non c'è posto in noi per la timidezza. Siamo padroni, siamo più che vincitori, perché l'amore di Dio è sparso nei nostri cuori. Quante volte scopriamo che la mancanza del senso di perdono, il risentimento, la critica, la durezza, la gelosia e simili agitazioni della vita nascono da una paura interiore e profondamente nascosta. Quando l'amore di Dio è introdotto nella nostra vita mediante lo Spirito Santo, ogni paura è cacciata via e i nostri sentimenti di amarezza, di critica, di gelosia, avendo perduto il loro genitore (che è la paura), subiscono semplicemente una morte naturale !
Lascia che lo Spirito di Dio ricolmi la tua vita.
Lascia che l'amore di Dio t'inondi il cuore.

3) Uno spirito di fortezza (potenza, forza)

 
In una vita vincolata alla paura non ci può essere la vera potenza, cioè la potenza di Dio. Lo Spirito Santo di Dio da forza, coraggio, franchezza. " Riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi… " (Atti 1:8).
Dio vuole che tu sia rivestito della potenza proveniente dall'alto (Luca 24:49). Egli vuole dare alla tua vita una nuova fonte di potenza. Vuole che tu sia ben caricato dell'energia dello Spirito Santo.  
Forza, amore e sobrietà: ecco le caratteristiche dello Spirito Santo, le quali sono contemporaneamente opposte alla paura !

Queste tre caratteristiche rappresentano l'integrità e la sanità in ogni senso
 
La sobrietà dà la sanità mentale, sapienza, intendimento, conoscenza e intelligenza.
L'amore dà una vita emozionalmente sana.
La potenza da virtù, energia e attività.

Questi tre elementi esprimono una vita bilanciata, sana e all'immagine di Dio.
Quando manca uno di questi tre componenti la nostra vita precipita nella confusione e perde il suo equilibrio.

La sobrietà, la sanità mentale, la sapienza e la conoscenza, senza amore e senza potenza, possono generare orgoglio.

L'amore poi, senza la sapienza e la potenza, genera sentimentalismo ed instabilità.
La potenza, senza la sapienza e l'amore, può generare oppressione e tirannia.

Dio possiede tutti e tre questi fattori. L'uomo pure ne ha bisogno. Lo Spirito Santo li porta tutti e tre nella nostra vita: sobrietà (una mente sana), amore e forza. E' maturità spirituale, è vita equilibrata, vittoriosa ed utile.

 
Vogliamo trovare gioia nel Signore

La pace che abita in noi dipenderà sempre dal nostro arrenderci nelle mani di Dio, senza preoccuparci delle nostre circostanze.

Il salmista istruisce: “Trova la tua gioia nel SIGNORE, ed egli appagherà i desideri del tuo cuore.” (Salmi 37:4).

Se sei completamente arreso nelle mani di Dio, Egli ti permetterà di superare qualunque difficoltà. Il Suo desiderio è che tu ti occupi dei tuoi affari di ogni giorno senza paura o ansietà, confidando nella Sua attenzione. Il tuo arrenderti a Lui avrà un effetto molto pratico nella tua vita: più sei arreso alla cura di Dio, più sarai indifferente alle condizioni intorno a te.
Se sei arreso alla sua potente custodia, non sarai spaventato da alcuna tremenda notizia; non t’importerà di pensare costantemente al prossimo passo da fare. Questo accade perché hai affidato la tua vita, famiglia nelle Sue amorevoli e sicure mani. Il nostro grande Pastore conosce perfettamente come proteggere e preservare il Suo gregge, perché ci guida con amore.

Concludendo, voglio tornare alla domanda che Gesù pose a Filippo: “Cosa pensi che dovremmo fare?”
Possa essere questa la nostra risposta: “Signore, Tu sei l’operatore di miracoli; io abbandono ogni mio dubbio e paura a te. Affido alla tua cura questa intera situazione, la mia intera vita. io so che Tu non permetterai che io indebolisca; infatti ho capito che tu già conosci cosa farai per i miei problemi. Io credo nella Tua potenza”.
 


“Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo cercano.”
(Ebrei 11:6).

Liberamente adattato da internet
  • Blogger Commenti
  • Facebook Commenti

0 commenti:

Posta un commento

Tutti i commenti non inerenti verranno cestinati

Item Reviewed: La paura 9 out of 10 based on 10 ratings. 9 user reviews.
Scroll to Top