Abramo era giudeo? | CONSAPEVOLI NELLA PAROLA

Ultime News

mercoledì 7 febbraio 2018

Abramo era giudeo?

giudei

Abramo, Isacco e Giacobbe erano giudei? No! Prima della frattura, della monarchia unita, intorno al 930 a.C., i Giudei non esistevano. Esistevano gli Ebrei che divennero la nazione di Israele, i quali in seguito si divisero nella Casa di Giuda e nella Casa di Israele. Nonostante questo fatto storico, quasi ogni giudeo moderno usa il termine in maniera generica per indicare tutti i discendenti di Abramo, Isacco e Giacobbe; ci sono molte persone che, anacronisticamente, fanno riferimento ai giudei in Egitto e ai giudei sul monte Sinai. E quindi? Non comprendere questo dettaglio in apparenza minore causa molta confusione su chi è un giudeo, su chi è un gentile e persino su cosa sia la chiesa.
Il punto centrale della Nuova Alleanza era quello di riunire le due case per renderle di nuovo una sola!
Geremia 31:31 "Ecco, verranno i giorni, dice l'Eterno, nei quali stabilirò una nuova alleanza con la casa d'Israele e con la casa di Giuda."
Il regno unito divenne due case perché Dio lo divise a causa del loro abbandono di Dio poichè non facevano ciò che era giusto ai Suoi occhi. Dieci delle tribù (la Casa d'Israele) furono date a Geroboamo, e due (Giuda e Beniamino) rimasero per la Casa di Giuda.
1Re 11: 31-33 "Ecco, io strapperò il regno dalle mani di Salomone e darò dieci tribú a te(ma a lui rimarrà una tribú per amore di Davide mio servo e per amor di Gerusalemme, della città che ho scelto fra tutte le tribú d'Israele), perché essi mi hanno abbandonato e si sono prostrati davanti a Ashtoreth, la dea dei Sidoni, davanti a Kemosh, il dio di Moab e davanti a Milkom, il dio dei figli di Ammon, e non hanno camminato nelle mie vie per fare ciò che è giusto ai miei occhi e per osservare i miei statuti e i miei decreti, come fece suo padre Davide."
Dopo la morte di Salomone, suo figlio, Roboamo, tentò senza successo di restaurare la monarchia unita:
1Re 12:21 "Roboamo, giunto a Gerusalemme, convocò tutta la casa di Giuda e la tribú di Beniamino, centottantamila guerrieri scelti, per combattere contro la casa d'Israele e cosí restituire il regno a Roboamo, figlio di Salomone."
La Casa di Israele si allontanò sempre di più dalle istruzioni di Dio diventando sempre più adultera, così Dio giurò di non avere pietà della Casa di Israele anche se avrebbe avuto pietà della Casa di Giuda:
Osea 1: 6-7 "... Ella concepí nuovamente e partorí una figlia. Allora l'Eterno disse a Osea: «Chiamala Lo-ruhamah, perché non avrò piú compassione della casa d'Israele, ma li porterò via interamente. Avrò invece compassione della casa di Giuda... "
Dio dichiarò che non sarebbe stato più il loro Dio e che essi non erano più il suo popolo:
Osea 1: 9 "Allora l'Eterno disse a Osea: Chiamalo Lo-ammi, perché voi non siete mio popolo e io non sono vostro Dio."
Egli dichiarò anche che aveva divorziato dalla Casa d'Israele e che l'aveva esiliata:
Geremia 3: 8 "E sebbene io avessi ripudiato la ribelle Israele a motivo di tutti i suoi adultèri e le avessi dato il libello di divorzio, ho visto che la sua perfida sorella Giuda non ha avuto alcun timore, ma è andata anch'essa a prostituirsi."
Tuttavia, Dio promise di restaurare misericordiosamente la Casa d'Israele e che ne avrebbe fatto la sua sposa:
Osea 2:19 "Ti fidanzerò a me per sempre; Sì, ti fidanzerò con me in giustizia e giustizia, in amorevolezza e misericordia.
Non solo avrebbe restaurato la Casa di Israele, ma avrebbe riparato la divisione tra le due Case e le avrebbe unificate. Egli illustrò tutto questo attraverso i due bastoni nelle mani di Ezechiele, che rappresentavano le due case restaurate:
Ezechiele 37:19 "tu dirai loro: Così dice il Signore, l'Eterno: Ecco, io prenderò il legno di Giuseppe, che è in mano di Efraim, e le tribú d'Israele che sono suoi compagni, e li unirò a questo, cioè al legno di Giuda, per farne un solo legno; essi diventeranno cosi una sola cosa nella mia mano.".
Un punto principale dell'insegnamento di Paolo è che le due case sono state restaurate e che il muro intermedio di separazione è caduto:
Efesini 2: 11-16 "Perciò ricordatevi che un tempo voi gentili nella carne... eravate in quel tempo senza Cristo, estranei dalla cittadinanza d'Israele e estranei ai patti della promessa, non avendo speranza ed essendo senza Dio nel mondo. Ma ora, in Cristo Gesú, voi che un tempo eravate lontani, siete stati avvicinati per mezzo del sangue di Cristo. Egli infatti è la nostra pace, colui che ha fatto dei due popoli uno e ha demolito il muro di separazione, avendo abolito nella sua carne l'inimicizia, la legge dei comandamenti fatta di prescrizioni, per creare in se stesso dei due un solo uomo nuovo, facendo la pace, e per riconciliare a ambedue con Dio in un sol corpo per mezzo della croce, avendo ucciso l'inimicizia in se stesso."
Questo è stato profetizzato da quasi tutti i profeti ed è il cuore e l'anima della Nuova Alleanza: la Casa di Giuda (i giudei) e la Casa d'Israele sono stati riconciliati in modo che non vi sia più un muro di separazione; non sono più due bastoni ma uno! Questo è il compimento della Nuova Alleanza di cui il Padre ha parlato attraverso Geremia:
Geremia 31:31 "Ecco, verranno i giorni, dice l'Eterno, nei quali stabilirò una nuova alleanza con la casa d'Israele e con la casa di Giuda."
Paolo ha costantemente insegnato la buona notizia della Nuova Alleanza nei suoi scritti, dimostrando quello che Gesù ha fatto attraverso la sua morte, liberando la moglie divorziata e adultera, Israele, dal suo stato perpetuo di prostituta divorziata.
Romani 7: 2-4 "Perché una donna sposata è per legge legata al marito finché egli vive, ma se il marito muore, ella è sciolta dalla legge del marito. Perciò, se mentre vive il marito ella diventa moglie di un altro uomo, sarà chiamata adultera; ma quando il marito muore, ella è liberata da quella legge, per cui non è considerata adultera se diventa moglie di un altro uomo. Così dunque, fratelli miei, anche voi siete morti alla legge mediante il corpo di Cristo per appartenere ad un altro, che è risuscitato dai morti, affinché portiamo frutto a Dio."
Di conseguenza, le due case possono essere riunite in una, senza il muro che le separava, e non saranno mai più due nazioni:
Ezechiele 37:22 "e farò di loro una nazione nel paese, sui monti d'Israele; e un re sarà re su tutti loro; non saranno più due nazioni e non saranno mai più divisi in due regni."
Mentre l'adempimento assoluto di questo si realizzerà completamente solo nell'età a venire, l'inizio è avvenuto sulla croce e quindi non c'è tecnicamente più alcuna distinzione tra le due case ... che è ciò che diceva ripetutamente Paolo:
Romani 10,12 "Poiché non c'è distinzione fra Giudeo e Greco, perché uno stesso è il Signore su tutti, ricco per tutti quelli che lo invocano."
E di nuovo:
1Corinzi 12:13 "Poiché per mezzo di un solo Spirito noi tutti siamo stati battezzati in un solo corpo, sia giudei che greci, sia schiavi che liberi, e siamo stati tutti fatti bere da un solo Spirito."
E di nuovo:
Galati 3:28 " Non c'è né Giudeo né Greco, non c'è né schiavo né libero, non c'è né maschio né femmina, perché voi tutti siete unificati in Cristo Gesú."
Paolo parlò della Casa d'Israele come "gentili" perché è lì che furono dispersi ... per primo predetto in Levitico:
Levitico 26:33 "Vi disperderò fra le nazioni [ba'goim בַגּוֹיִ֔ם, greco ἔθνος ethnos = gentiles]"
E più tardi in Deuteronomio:
Deuteronomio 4:27 "E l'Eterno vi disperderà fra i popoli, e non rimarrà di voi che un piccolo numero tra le nazioni [ba'goim בַגּוֹיִ֔ם, greco ἔθνος ethnos = gentiles] dove il Signore vi guiderà."
Prima che Dio li disperdesse, divise la nazione unita in due nazioni:
2Re 17:21 "Quando egli strappò Israele dalla casa di Davide, essi proclamarono re Geroboamo, figlio di Nebat: poi Geroboamo distolse Israele dal seguire l'Eterno e gli fece commettere un gran peccato."
Poi venne il giorno in cui Dio ristabilì questo avvertimento contro Israele:
2Re 17:23 " fino a quando l'Eterno mandò via Israele dalla sua presenza, come aveva detto per mezzo di tutti i profeti suoi servi; e Israele fu cosí deportato dal suo paese in Assiria, dove si trova fino al giorno d'oggi."
Attraverso il profeta Osea, Dio ha confermato che sarebbero stati dispersi tra i gentili:
Osea 9:17 "Il mio Dio li scaccerà , perché non gli hanno ubbidito ed essi andranno errando tra le nazioni [ba'goim בַגּוֹיִ֔ם, greco ἔθνος ethnos = gentiles]."
Quando parliamo del Regno di Dio, non c'è più una Casa di Giuda (i giudei) e una Casa d'Israele (che furono dispersi tra i gentili / le nazioni). Per quanto riguarda le tribù, c'erano dodici tribù e ci saranno sempre dodici tribù, come evidenziato attraverso le dodici tribù di Apocalisse 7 e 14 e attraverso le  dodici porte della Nuova Gerusalemme. Quindi, vi saranno sempre quelli che vengono dalla tribù di Giuda e quelli della tribù di Levi, Beniamino, Aser, Neftali, ecc. Ma queste dodici tribù non sono più divise in due nazioni, ora sono una sola.
In conclusione, Abramo, Isacco e Giacobbe non erano giudei; loro erano ebrei. I figli di Giacobbe divennero gli israeliti e quando la nazione si divise, due nazioni emersero conosciute come la Casa di Giuda e la Casa d'Israele. Dio divorziò dalla Casa d'Israele a causa del loro impressionante adulterio e allora li disperse tra le nazioni / i gentili. La nuova alleanza riunisce le due case e le due non saranno mai più due nazioni.
Se sei sotto la Nuova Alleanza, sei venuto dalla Casa di Giuda o dalla Casa d'Israele (che vaga tra i gentili). Potresti essere geneticamente ebraico, ma se non lo sei, allora fai parte della moltitudine mista. Supponendo che tu non sia ebreo, allora non sei più un "gentile": sei stato innestato nella Congregazione di Israele! Ora puoi entrare nel Regno attraverso l'opera di Gesù sulla croce, che ha rimosso il muro intermedio di separazione tra la Casa d'Israele e la Casa di Giuda.
Tradotto da Consapevoli nella Parola




"Non temere, perché io sono con te; farò venire la tua progenie dall'est e ti radunerò dall'ovest. Dirò al settentrione: "Restituiscili" e al mezzogiorno: "Non trattenerli. Fa' venire i miei figli da lontano e le mie figlie dalle estremità della terra, tutti quelli che si chiamano col mio nome, che ho creato per la mia gloria, che ho formato e anche fatto."
 (Isaia 43:5-7)
  • Blogger Commenti
  • Facebook Commenti

0 commenti:

Posta un commento

Tutti i commenti non inerenti verranno cestinati

Item Reviewed: Abramo era giudeo? 9 out of 10 based on 10 ratings. 9 user reviews.
Scroll to Top